Siti web e canali sociali sulla bigenitorialità

Siti web per una corretta bigenitorialità: 50% Mamma + 50% Babbo = 100% figli
Siti web per una corretta bigenitorialità: 50% Mamma + 50% Babbo = 100% figli

Come utilizzare correttamente Social network e siti web

Internet, nuove tecnologie di comunicazione e siti web rappresentano un ampio bacino di informazioni in caso di separazioni conflittuali.
I genitori, ritrovandosi in un mondo nuovo, attingono dunque info, trovano supporto e divulgano messaggi.
Il mondo della rete tuttavia nasconde insidie e false speranze.
Le storie di ciascuno hanno differenti dinamiche e pertanto non esiste strategia unica o uno schema comportamentale.
Bisogna trovare bravi professionisti che aiutino ed il “fai da te” è sconsigliabile.
Io sono Cristian Vacca, un padre maltrattato e mi sono ritrovato improvvisamente all’ Inferno.
Ho utilizzato il pericoloso “fai da te”.
Probabilmente qualcuno lissù mi ha aiutato, ma il rispetto dei valori è stata la mia forza.
Sulla mia strada ho incontrato validi professionisti e canali sociali tematici.
Li condivido e non escludo ce ne siano altrettanti validi, a me purtroppo sconosciuti.
Se vuoi segnalarne alcuni, accedi alla sezione contatti.

Portali e siti web per mamme e papà

La corretta riorganizzazione della nuova vita di un papà o una mamma, può contare sui portali a supporto dei genitori separati.

L’ ampia comunità virtuale di Facebook

Il tema è ampiamente trattato sul social di Zuckerberg e sono disponibili molti gruppi Facebook e pagine su separazione e bigenitorialità.

Youtube guide, ma soprattutto denunce di ingiustizia

La più grande piattaforma al mondo di condivisione video lascia spazio ai consigli degli esperti, ma viene molto utilizzata per le denunce. Youtube, gli esperti parlano di bigenitorialità, ma i genitori denunciano: visita la playlist Abuso di potere di Cari Figli Miei.

Telegram, Instagram, Twitter e altri canali sociali ed utenti a supporto dei genitori

Gruppi e utenti di tutto il mondo in prima linea sui problemi conseguenti ad una separazione conflittuale.
Sono disponibili supporti per tutte le esigenze: i principali social network sull’ alienazione genitoriale, senso di impotenza e consigli.

I siti web delle mamme e dei papà

La pubblicazione on line di un sito, è un’ esigenza che solitamente si incontra quando non si riesce a comunicare con i propri bambini.
Il tentativo disperato è quello di lasciare “messaggi in bottiglia” durante il naufragio genitoriale al fine di lasciare traccia di un sentimento vivo e durevole nel tempo. Consulta la lista dei blog di genitori alienati per amore verso i figli.

   Facebook   Twitter   Whatsapp