La violenza non ha sesso, ma le tutele sono sessiste

Video game di violenza
"Video Game Violenza" by somegeekintn - Immagine in licenza CC BY 2.0

Il maltrattante, uomo o donna, sbaglia allo stesso modo

I padri leali ed i figli, pagano il prezzo più alto in caso di violenza in famiglia. I primi hanno scarsa tutela, qualora siano innocenti. I secondi, vittime di violenza assistita, si ritrovano la vita segnata da infanzia e adolescenza praticamente devastate.

In caso di violenza intrafamiliare, abbiamo 4 ipotesi principali:
donne maltrattate (tutelate);
uomini maltrattanti (puniti e rieducati);
uomini maltrattati (minor tutela);
donne maltrattanti (possibilità di farla franca).

Lo scenario poi si complica, in caso di maltrattamenti reciproci o di maltrattato che diventa maltrattante e viceversa.

In ogni caso, gli esperti dovrebbero analizzare una ad una, cause ed effetti delle vessazioni fisiche o psicologiche, punendo e rieducando i colpevoli, senza distinzione di sesso.

La violenza sulle donne perpetrata nei secoli è una vergogna per l’ Umanità, ma la violenza sugli uomini è oggi un fenomeno invisibile.

L’ Università di Siena, nel 2012 ha condotto un’ indagine conoscitiva sugli uomini italiani vittime di violenza domestica, evidenziando come questo problema sia più frequente di quanto si possa credere.
Non è da escludere che in questo lasso di tempo i numeri siano andati aumentando, così come testimoniato dal “Piazza del Campus”, punto di incontro per tutti i reparti UNISI.

La violenza domestica sugli uomini passa inosservata: distrazione, pregiudizio o discriminazione sessuale?

Mi sono imbattuto, per esperienza personale in addetti ai lavori sessisti, servizi sociali ed UFSMIA in primis. Essi hanno operato con iattanza e dunque sono stati, nel mio caso, i primi responsabili di un aumento di aggressione e conflitto.
Scarsa professionalità o peggio ancora malafede.
Nessuno vuol vedere ed in troppi sottovalutano.
Infine, non escluderei, la paura per alcuni di andare controcorrente ed esporsi.

La violenza di genere contro gli uomini è un tabù sociale.

Serve un cambio di mentalità

I protagonisti di un cambio di rotta immediato, possono… anzi, devono essere gli addetti ai lavori.
I veri addetti ai lavori, quelli seri e professionali.

I servizi sociali hanno un incarico prestigioso dall’ elevato senso civico. La missione è quella di eliminare le disuguaglianze economiche e sociali della collettività.

La serietà di questa istituzione, a nome dei validi professionisti che ne fanno parte, sia la scintilla. E’ necessario un cambio di tendenza, verso una gestione sociale più moderata ed equa.

Infine, la domanda sui mass media è d’uopo, “Violenza sugli uomini, in TV chi ne parla?”.

Ebbene, i giornalisti facciano la loro parte e divulghino anche le notizie che in molti non vogliono sentire.

Si deve interrompere una disparità di trattamento, di cui sento tanto parlare, ma che certamente ho vissuto sulla mia pelle!

I finanziamenti ai centri anti violenza escludono gli uomini maltrattati

La legge 119 del 2013 ha introdotto l’obbligo di sovvenzionare i servizi specializzati in difesa delle donne.
Lo Stato ha pensato bene di tutelare, ma a questo punto è lecito domandarsi se ipotetici sciacalli non abbiano fiutato il business.
Sessisti per opportunismo, dal momento in cui i fondi vengano erogati solo se la vittima è donna.
L’accaparramento di questi fondi è indubbiamente attività lucrosa.

Provocazioni ed espedienti per trasformare il maschio vittima in carnefice!
Perchè?
Forse un uomo aggressivo è fonte di guadagno?
Gli episodi gratuiti di istigazione alla violenza nel conflitto di coppia sono tanti e si somigliano paurosamente.
Se l’uomo diventa maltrattante, infatti, ecco che arrivano i fondi per rieducarlo!

L’ uomo, per assurdo, ha più diritti se è un violento. Per gli uomini per bene, vittime di violenza c’è dunque minor tutela!

Il pugno duro delle Istituzioni

Procura e Magistratura siano più severi contro chi dichiari il falso.
Le denunce false ci sono per le donne, ma anche per gli uomini.

La violenza non ha sesso e qualsiasi mamma o papà subisca un sopruso, va sempre tutelato.

Grazie per aver letto fin qui e se puoi offrire un supporto alle vittime, uomini o donne che siano, comunicaci come, accedendo alla sezione contatti.

Cari Figli Miei - Seguici su Tik Tok
Segui Cari Figli Miei su Tik Tok


   Facebook   Twitter   Whatsapp

Di Cristian Vacca

Sono Cristian Vacca, un padre maltrattato. L' amore tra babbo e figli, devastato dalla superficialità di chi avrebbe dovuto tutelarlo. Definire malato un amore forte e sano: il sistema non funziona! Vivo per i miei figli e non ho paura di salvaguardarli.